Coltiviamo passioni per offrirvi emozioni
Dichio vivai garden

Consigli su Come Piantare

buoni consigli su come piantare in vaso o in terreno

Consigli su come piantare

Messa a dimora delle piante, consigli pratici e attenzioni da prendere.

Il peiodo migliore per piantare e per la messa a dimora di una pianta va da poco dopo la fine dell’estate a poco dopo la fine dell’inverno.

Non bisogna prendere in considerazione i periodi di gelo.

Questo accorgimento si può escludere invece per tutte le tipologie di piante coltivate in un contenitore. Che si possono piantare tutto l’anno anche durante il periodo di fioritura.

Quando si acquista una nuova pianta se non si effettua la piantagione nello stesso giorno biosogna tenere le radici al coperto mantenendole umide. Si può utilizzare paglia bagnata per garantire un costante apporto di umidità durante tutto l’arco della giornata. Allo stesso modo è necessario che la zolla di terra che le ricopre o il vaso stesso siano bagnati.

Piantagione

Una volta che si è deciso di fare la piantagione basta seguire queste indicazioni:

  1. Scavare una buca larga almeno il doppio dell’apparato radicale
  2. Sul fondo della buca apporre un po’ di concime in modo da evitare il contatto delle radici con la pianta
  3. Togliere la pianta dalla zolla e dal vaso ed inserirla nella buca creata
  4. Riempire ora con del terriccio e terra fino al livello del terreno.
  5. Ora bisogna schiacciare la terra intorno leggermante e ricordarsi di lasciare una pendenza intorno alla pianta per raccogliere l’acqua
  6. In seguito innaffiare in abbondanza
  7. Prima di eseguire una piantagione in vaso o in zolla bisogna sgrovigliare le radici delicatamente (attenti a non romperle !)
  8. Una volta piantata si può inserire al suo fianco un paletto in modo da creare una andamento verticale

Dopo la Piantagione

Una volta terminata la piantagione bisogna solo ricordarsi di innaffiare soprattutto nei periodi molto caldi, al mattino presto o al tramonto.

Evitando le ore di esposizione diretta, alla luce del sole.

Pulire il terreno intorno alla pianta dalle ‘erbacce’. Ogni tanto la superficie nei pressi del fusto va zappettata. In primavera arricchire il terreno con concime o letame maturo.

Il primo anno è il più critico per la buona riuscita dell’operazione. Gli anni successivi sono meno traumatici sia per le fronde che per l’apparato radicale.