Coltiviamo passioni per offrirvi emozioni
Dichio vivai garden

Piante Aromatiche

le proprietà caratteristiche delle piante aromatiche

Piante aromatiche

Le profumatissime piante aromatiche hanno da sempre attratto a naso gli amanti del verde e della cucina.

Sono ancora tra le preferite per ornare e rallegrare la casa e il giardino.

Vediamo le specie più richieste e apprezzate dagli intenditori del verde:

  • Basilico
  • Borragine
  • Erba cipollina
  • Peperoncino
  • Prezzemolo
  • Cumino
  • Coriandolo
  • Finocchio selvatico
  • Issopo
  • Malva
  • Lavanda
  • Origano
  • Melissa
  • Menta
  • Rosmarino
  • Maggiorana
  • Salvia
  • Santoreggia
  • Timo

Si possono coltivare in vaso o in terra. Hanno spesso una durata perenne.

E soprattutto possono servire ad aromatizzare i piatti più succulenti.

E’ facile trovarli ed inoltre si suddividono in molte specie simili ma differenti.

Proprietà

Oltre ad avere un bell’effetto scenico hanno anche proprietà curative e usi culinari.

le proprietà del basilico

Il Basilico

La pianta del Basilico è un antistress. Stimola le ghiandole surrenali e possiede un’azione anti-infiammatoria per il corpo.

Usato in cucina dai sughi al pesto, rappresenta anche il tocco finale della pizza italiana.

Viene utilizzato per dare aroma a preparati di verdure e piatti a base di carne .

la pianta della borragine

La Borraggine

Ricca di potassio e allantoina è la verde borragine è ottima come emolliente e antiflogistico.

Usata fin da tempi anctichi come rimedio per le vie respiratorie è utilizzata oggi anche per risolvere problemi d’artrite.

Il suo uso sulle tavole è associato alle insalate fresche. Viene aggiunta per condire ripieni e preparare minestre aromatiche.

come riconoscere l'erba cipollina

Erba Cipollina

Grazie alle sue proprietà diuretiche l’erba cipollina viene adoperata per chi soffre di problemi intestinali e di meteorismo.

Nella cucina italiana trova largo impiego per insaporire salse, o piatti bianchi senza sughi.

Non ha un odore forte come la cipolla e viene di solito utilizzata cruda.

la pianta del peperoncino

Il Pereroncino

Ricco di capsaicina il peperoncino è amato dai palati più resistenti alle “alte temperature”.

Ma la pianta da sapore piccante possiede ottime proprietà curative.

E’ ricca di vitamine ed inoltre i semi del peperoncino contengono lecitina, ottima a tenere basso il colesterolo nel sangue e tenere giovani le arterie.

Stimola la circolazione sanguigna e regola le funzioni di fegato ed intestino.

Tiene bassa la pressione sanguigna.

Il suo utilizzo è conosciutissomo in tantissimi piatti. Dona quell’aroma piccantino tanto gradito ai consumatori di tutto il mediterraneo. Usato con pietanze molto grasse aiuta nel digerirle. Attenti però a non usarlo in caso di ulcere o acidità di stomaco.

Una volta aperta con le mani non toccatevi gli occhi, labbra e altre parti della pelle dato che potrabbe provocare bruciori, risolvibili in pochi minuti.

usi e utilizzi del prezzemolo

Il Prezzemolo

Come si dice il prezzemolo sta in ogni minestra. Usato in tutte, ma davvero tutte le pietanze per aromatizzare carne, pese o primi piatti.

Usato crudo o cotto per realizzare brodini è ricco di vitamine. E’ un ottimo regolatore della pressione del sangue, e possiede proprietà anntinfiammatorie.

Alcuni forse non sanno che l’olio essenziale del prezzemolo ha delle proprietà che inibiscono la perdita dei capelli.

proprietà del cumino

Il Cumino

La pianta del cumino è conosciuta soprattutto per le sue proprietà digestive. Toglie il senso di nausea e favorisce la peristalsi.

L’uso culinario del cumino viene spesso associato ai formaggi o alla preparazione di prodotti come pane e panini. Ha un’ aroma forte e un po’ amaro, e dà profumo alle pietanze.

Viene anche raccolto per preparare liquori e distillati. Ma anche per realizzare saponi.

la pianta del coriandolo

Il Coriandolo

Le proprietà carminative del coriandolo sono ormai note a tutti. Da tenere sotto controllo l’uso per chi ha problemi renali.

Dato il suo aroma particolare viene usato in molti piatti a base di carne o insaporire le minestre. Lo troviamo spesso nel curry, preparato in polvere per dare vita anche ai piatti più audaci.

la conosciutissima pianta del finocchio

Il Finocchio

La pianta del finocchio si riconosce per il suo odore caratteristico, dato dall’anetolo.

E’ un olio essenziale che gli dona famose proprietà digestive.

Usato in tisane o come dopo pasto, negli ultimi tempi il finocchio ha assunto anche un ruolo di rilievo per le mamme.

Stimola la secrezione del latte materno e riduce il gonfiore ai seni durante l’allattamento.

I germogli di finocchio sono di uso comune in tutte le case.

Sia in insalate ma anche cotti hanno un impiego svariati in ogni piatto, sia di carne che di pesce.

il fiore dell'issopo

L’Issopo

La piantina dell’issopo ha qualità espettoranti e cicatrizzanti per l’organismo.

Usata in campo medico per risolvere problemi di catarri e raffreddori è ricca di flavonoidi e oli essenziali.

Usato anche come tonico aiuta la digestione.

L’issopo in cucina viene adoperato per arricchire gli aromi di secondi piatti a base di carni e uova.

Ha un sapore amarognolo che dona brio e vivacità alle tavole.

la pianta della malva

Malva

Il potere curativo della malva ha origini ataviche. Da sola o insieme ad altre erbe officinali viene adoperata per le sue qualità emollienti sulla pelle.

Ha un largo impiego per sedare la tosse e in campo oculistico.

Della malva in cucina si può utilizzare quasi tutto,: i fiori, i germogli, le foglie giovani.

Vanno a braccetto con risotti e per arricchire le insalate.

l'arbusto della lavanda

Lavanda

L’odore della lavanda si riconosce a distanza. E’ una pianta dalle proprietà più svariate.

Appartiene alla specie diaforetica, favorisce la sudorazione. Inoltre é Antispastica, evita la contrazione muscolare.

Rappresenta un buon diuretico. Ma la profumatissima lavanda ha anche proprietà antibatteriche.

Utillizzata molto per realizzare profumi e saponi, adorna spesso prati e giardini delle ville o dei balconi.

Infatti la fragranza della lavanda serve a tenere lontano le zanzare e altri insetti, al posto di prodotti chimici, dalle case e dagli appartamenti.

Il suo impiego in cucina é meno diffuso rispetto alle altre erbe aromatiche. A volte viene riscontrato il suo impiego nei gelati e nei pasticcini.

la pianta dell' origano e le sue proprietà

Origano

Chi non sa riconoscere l’arbusto tipico dell’origano.

Utilizzato fin dalla preistoria la pianta dell’origano è facilmente riconoscibile per il suo profumo e la sua forma.

Il suo utilizzo ha dato ottimi risultati a chi soffre di problemi respiratori e di clorosi, anemia giovanile delle donne con marcata insuffucienza di ferro.

L’utilizzo dell’origano in cucina è a 360 gradi. Viene per lo più adoperato per insaporire carni alla brace, sughi, focacce.

le virtù della melissa

Melissa 

L’uso della melissa è conosciuto per donare calma e dormire bene durante la notte.

Ha un’azione riposante e distensiva sui nervi. Ottima per favorire la funzione renale.

Viene utilizzata per creare saponi non irritanti, detergenti delle zone intime.

In cucina l’uso della melissa è legato per lo più a preparati di frutta e bevande, o tisane digestive.

la menta piperita

Menta

L’odore della menta è uno dei segni peculiari di questa pianta meravigliosa.

E’ un antisettico. Utilizzata per risolvere problemi gastro intestinali e sedare nausea e vomito.

Stimola la motilità dell’intestino.

Ce ne sono tante varianti: menta spicata, acquatica, piperita, pulegium, arvensis.

Oltre dare odore e profumo ai piatti, abbellisce molte bevande, cocktails e aperitivi.

Dal al Mojto.

le qualità del rosmarino

Rosmarino 

L’odore aromatico della pianta di rosmarino ci ricorda le sue proprietà stimolanti a livello intestinale.

Il suo utilizzo protegge l’attività cardiaca e il fegato, stimolando la produzione della bile.

E’ un tonico utile in casi di astenia o esaurimenti nervosi.

In campo cosmetico l’olio essenziale di rosmarino viene utilizzato per produrre saponi, creme, e deodoranti.

Sulla tavola il rosmarino “si cucina da solo”. Ottimo per le zuppe di legumi, arrosti, e sughi. Da un tocco di classe ad ogni ingrediente migliorandone la digeribilità.

le caratteristiche della maggiorana

Maggiorana

Usata per alleviare dolori mestruali e nelle nevralgie la maggiorana è una pianta ricca di vitamina C.

Negli ultimi anni è stata impiegata per la cura delle emicranie.

In cucina viene utilizzata nell’insalata o per aromatizzare piatti a base di verdure o carne.

Ha un profumo simile a quello dell’origano, ama meno persistente.

gli usi della salvia

Salvia

In medicina e in cosmesi la salvia è impiegata tantissimo.

E’ una pianta dalle mille qualità: diuretiche, stimolanti, toniche, antispasmodiche.

Per uso esterno la salvia viene adoperata per curare dermatiti, eczemi, piaghe cutanee.

Ha proprietà antisettiche e astringenti.

In cosmetica con la salvia si producono shampo, lozioni, creme corpo, dentifrici, saponi da bagno.

Ha un gusto un po’ piccante e amarognolo che ben si sposa a tavola con carni arrostite, patate, risotti.

le tipiche foglie della santoreggia

Santoreggia

Le propietà medicali della santoreggia sono riconosciute da anni.

Combatte i vermi intestinali, la stanchezza, ed il meteorismo.

Ha un aroma molto forte e per tale motivo viene mescolato a piatti misti, a base di verdure o legumi.

Ma anche per preparare bolliti e base di pesce.

la pianta di timo

Timo

Le virtù balsamiche del timo sono conosciute fin dall’antichità.

E’ un ottimo antisettico, antibiotico e anti catarro.

Usato in decotti per alleviare i problemi delle prime vie respiratorie, è un eccellente modulatore mestruale.

Viene spesso utilizzato per medicare le ferite.

L’aromatica profumazione del timo non poteva che rendere più saporiti i nostri piatti.

Usato con carne, pesce e verdure, trova impieghi tra i più svariati nelle cucine mediterranee.

Un’altra specie di piante amiche della vita quotidiana è rappresentata dalle specie grasse.

Insieme alle note piante d’appartamento sono parte integrante dell’arredo domestico. Dalle scrivanie alle camere da letto, sui balconi o nei bagni.